Il Programma

CONTINUARE PER ANDARE OLTRE

“Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell’esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell’amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere”.      

– Giovanni Falcone 

Dopo il quinquennio amministrativo 2015/2020, durante il quale sono stati raggiunti obiettivi molto importanti per Latiano, si vuole ripartire con CONTINUITA’ con il candidato Sindaco MINO MAIORANO, nei confronti del quale si riconoscono ESPERIENZA, TRASPARENZA, SERVIZIO e importanti elementi di NOVITA’.

ESPERIENZA

Si riconosce al Sindaco uscente Mino Maiorano la lungimiranza e il possesso di mezzi e conoscenze adeguate per continuare a gestire il nostro Comune con professionalità e con la diligenza del buon padre di famiglia in ogni singola fase del percorso amministrativo. Mino ha un’innata capacità di rappresentare, gestire e programmare al meglio il futuro della nostra comunità.

TRASPARENZA

La nostra città ha ancora bisogno di Mino Maiorano, persona perbene, trasparente che vive l’agire politico con coerenza e nel perfetto equilibrio tra valori e azioni: I CITTADINI NON HANNO BISOGNO DI IRREALIZZABILI PROMESSE, MA DI FATTI CONCRETI. 

SERVIZIO

Il Sindaco uscente ha dimostrato nei cinque anni del suo mandato di interpretare la politica come “alta forma di carità”, come servizio inestimabile di dono di sé per il raggiungimento del bene comune nella società.

CONTINUITA’

Negli ultimi anni Latiano è indubbiamente cresciuta: più ordinata, più pulita e più vivibile; per dare continuità alle progettualità tracciate, è fondamentale dare fiducia al Sindaco uscente Mino Maiorano, evitando così pericolosi salti nel buio. Interrompere questo percorso virtuoso significherebbe far perdere alla nostra comunità importanti opportunità faticosamente conquistate nel corso di questo quinquennio. 

NOVITA’

Il candidato Sindaco Mino Maiorano ha avuto la capacità di costruire una squadra politico-amministrativa nuova, che rappresenta la giusta miscela di esperienza e di novità: alla comprovata esperienza amministrativa dei compagni di viaggio della scorsa consiliatura si sono aggiunti molti giovani che, con la loro freschezza, competenza e professionalità, si affacciano per la prima volta verso il mondo della politica.                                                                                                                             

 Integrandosi e facendo squadra, le nuove leve sapranno sicuramente apportare un immediato e proficuo contributo per l’ottimale gestione della comunità. 

Nelle liste di appoggio non esiste l’ “IO”, ma solo il “NOI”.

I principali obiettivi che la coalizione a sostegno del candidato Sindaco Mino Maiorano si prefigge di realizzare nei prossimi cinque anni sono: 

  1. PIANO URBANO DEL TRAFFICO

Al primo punto del nostro programma vi è un nuovo piano del traffico per regolamentare globalmente la transitabilità, la percorribilità da parte dei veicoli, delle biciclette e dei pedoni all’interno dell’intera Latiano. Realizzeremo Zone a traffico limitato per vivere pienamente la città, con la creazione di piste ciclopedonali, di percorsi protetti e riservati, per ottenere una mobilità sostenibile e di movimento lento, in grado di dare maggiore visibilità a tutti gli esercizi commerciali. In bicicletta o a piedi tutto cambia, tutto si apprezza.

  1. PIANO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Vogliamo continuare a manutenere gli edifici comunali, la rete viaria, compresi i relativi marciapiedi, abbinando questi interventi ad un cronoprogramma monitorato in itinere con una mappa pubblica geo localizzata sullo stato delle opere, imponendo alle aziende lo stretto rispetto dei tempi. 

  1. ISTRUZIONE E CULTURA

Lo scrittore contemporaneo Mario Rigoni Stern, rivolgendosi ai giovani durante un incontro presso una scuola media di un paese disse: “Leggete, studiate e lavorate sempre con etica e con passione. Ragionate con la vostra testa e imparate a dire di no. Siate ribelli per una giusta causa e difendete la natura e i più deboli. Non siate conformisti e non accodatevi al carro del vincitore. Siate forti e siate liberi, altrimenti quando sarete vecchi e deboli rimpiangerete le montagne che non avete salito e le battaglie che non avete combattuto”.

L’IMPORTANZA DELLA SCUOLA

Il mondo della scuola è di enorme importanza per la crescita di ogni persona. In virtù di ciò è necessario continuare e completare la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, ampliando la già forte collaborazione con le istituzioni scolastiche per costruire una scuola fondata sull’accoglienza, sull’inclusione, garantendo l’integrazione nelle diversità, rispettando e valorizzando la vocazione personale di ogni individuo. Nelle mense distribuiremo unicamente prodotti locali a Kilometro 0 e la “Commissione Mensa” si relazionerà con il personale scolastico e con i genitori. Inoltre abbiamo l’intenzione di realizzare un asilo nido comunale e di promuovere il Pedibus, dei percorsi pedonali casa-scuola che possano essere utilizzati dagli alunni della primaria senza i genitori, ma in gruppetti, sotto l’attenta sorveglianza di volontari.                                       

 Potenzieremo i percorsi per il benessere, l’educazione al gioco e alla motricità, con uno sguardo vigile rivolto all’educazione all’affettività, alle differenze di genere, all’educazione interculturale e all’educazione stradale. Alta sarà l’attenzione nei confronti della prevenzione delle dipendenze e della lotta al bullismo. Continueremo a promuovere iniziative di educazione ambientale, in concerto con gli Istituti scolastici, come ad esempio la coltivazione delle piante da fiore negli spazi pubblici, la realizzazione di piccoli orti e di laboratori di riciclaggio creativo con l’aiuto di volontari, nonni e nonne. Inoltre saranno svolti incontri formativi sulla raccolta differenziata e sul risparmio energetico, in quelle che sono delle buone abitudini da utilizzare a scuola e a casa. 

  1. ISTRUZIONE NON DISPERSIVA

L’istruzione e la formazione sono aspetti fondamentali per garantire un “programma di attuazione nel presente e nel garantire un futuro in armonia” ai giovani e in modo differenziato a tutti. Vogliamo contrastare e prevenire la dispersione scolastica dopo la scuola dell’obbligo, orientando e ri-orientando i nostri giovani, promuovendo la lettura tramite la bellissima e importante Biblioteca di Comunità “G. De Nitto”, la quale dovrà svolgere un ruolo di promozione culturale e aggregazione sociale per tutta la cittadinanza. 

  1. LA CULTURA COME INVESTIMENTO COMUNALE

La cultura non è da considerarsi un costo, bensì un investimento per l’Amministrazione Comunale e quindi per la comunità intera, anche ai fini dello sviluppo turistico della città.                                    

 Infatti, tra cultura ed economia, il legame è strettissimo. I luoghi della cultura e i beni in essi custoditi, promossi e professionalmente valorizzati, come intendiamo fare, porteranno due tipi di benefici: da una parte il miglioramento dell’immagine complessiva della città di Latiano, che accresce la capacità di attrazione del territorio nei confronti dei turisti e dall’altra l’innalzamento della qualità della vita dei residenti, con positive ricadute economiche e occupazionali.                                 

 I punti programmatici della nostra coalizione sono riassumibili in due parole: Apertura dei luoghi della cultura, sempre fruibili, grazie all’incremento del personale e ad un patto di alleanza tra Amministrazione comunale e società civile e Bellezza come linea guida, perché seguire le vie del bello significa conoscere e riconoscere il valore di un’opera d’arte, di un’aiuola, di una storia e di un monumento. 

La Biblioteca Innovativa di Comunità “G. De Nitto” sarà aperta al pubblico anche in orario pomeridiano, in modo da poterla consegnare finalmente alle famiglie, ai bambini e agli studenti, ai lettori e ai ricercatori, ai nostri storici locali e a quanti vorranno richiedere di accedere al suo prezioso e sterminato patrimonio. Inoltre lavoreremo per ottenere per la nostra biblioteca il marchio di garanzia di servizi e standard rispondenti alle esigenze dei nuclei familiari Puglia Loves Family.                                                                                                                                                     Il Polo Museale, il nostro museo diffuso nella città, vede beni architettonici e collezioni, oltre che siti di grande pregio: per ciascuno di essi questa coalizione intende raggiungere obiettivi certi e concretamente realizzabili. A tal fine di intende investire risorse umane ed economiche per potenziare l’allestimento delle varie sezioni, garantendo così un’apertura ampia, regolare e qualificata.                                                                                                                                                  La meravigliosa Torre del Solise, attualmente accessibile solo in parte, sarà completata con una scala di sicurezza che permetterà finalmente di usufruire del suo bellissimo primo piano. Si continuerà a collaborare intensamente con la Fondazione “Casa-Museo Ribezzi Petrosillo” per promuoverlo ed integrarlo maggiormente assieme agli altri attrattori culturali presenti sul territorio. Continueremo la già forte promozione del Parco archeologico Muro Tenente a livello internazionale e, attraverso una gestione professionale della Casa del Beato Bartolo Longo, saremo in grado di incrementare il turismo religioso, grazie anche alla valorizzazione delle numerose chiese che custodiscono l’arte sacra del territorio. Di particolare interesse sono anche le Confraternite locali, custodi di un patrimonio storico-culturale che, valorizzato attraverso progetti condivisi con i comuni limitrofi, susciterebbe grande curiosità e di conseguenza un movimento turistico inaspettato.                                                                                                                     Abbiamo intenzione di rimuovere al Teatro Olmi la semplice etichetta di occasionale contenitore di attività, rendendolo così un vero protagonista attraverso un patto di comunità, che possa vedere strette attorno ad esso le numerose associazioni culturali e teatrali latianesi.                      

Vogliamo sviluppare un Portale che metta in collegamento le numerose risorse del territorio: masserie, chiese, luoghi di cultura, percorsi ciclo-turistici e istituti culturali privati, anche attraverso dei Virtual tour dei nostri siti. Grazie ad essi, turisti italiani e stranieri, guarderanno al Salento non solo per “lu sule, lu mare e lu ientu”, ma anche in modo destagionalizzato per l’arte, il folclore e le tradizioni.                                                                                                                                  

Abbiamo l’ambizione di un’apertura corale di tutti gli attrattori culturali anche nei giorni festivi, per agevolare processi di incoming e opportunità di crescita economica, ma soprattutto per un accesso alla cultura senza limiti per i propri cittadini. Tra le soluzioni possibili c’è l’istituzione della “Banca del Tempo della Città”.

  1. L’AGRICOLTURA COME RISORSA ESSENZIALE

L’agricoltura è parte della nostra storia e lì troviamo le nostre origini. Un nuovo modello di sviluppo a questo mondo non può prescindere dalla riscoperta dell’agricoltura e degli ambienti rurali, che devono essere inseriti nei circuiti turistici. La promozione dei prodotti del nostro territorio, anche guardando alle eccellenze enogastronomiche, può creare nuovi segmenti di offerta turistica ed eventi.                                                                                                                                   Vogliamo incentivare la ricerca di prodotti autoctoni, valorizzarli attraverso i marchi DOC e IGP (si pensi ad esempio alle nostre stacchiodde o al nostro vino negramaro).                                                Vogliamo altresì valorizzare le produzioni biologiche, anche attraverso finanziamenti economici per chi volesse intraprendere questo genere di carriera. Inoltre intendiamo valorizzare il passaggio dal bio fino al residuo zero, incentivare i collegamenti fra aziende agricole e aziende che fanno biomassa, potenziando anche lo sportello agricoltura con la presentazione di nuove opportunità di coltivazione, rivolte in particolar modo ai giovani. 

  1. URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

La rigenerazione urbana si realizza attraverso azioni di ristrutturazioni e ammodernamento del patrimonio edilizio già esistente, tenendo presente le peculiarità del contesto sociale, economico, culturale e ambientale di quell’area, quartiere o edificio oggetto dell’intervento, con la finalità di migliorare la qualità di vita dei residenti, rispettando i principi di sostenibilità ambientale e puntando alla gestione intelligente dello spazio urbano.                                                                            

Ci impegneremo a valorizzare maggiormente l’area circostante il Palazzo Imperiali, via Attilio Spinelli e Via Roma, incentivando lo sviluppo economico e l’insediamento di nuove attività commerciali, dotando l’intera area anche di reti WI-FI.                                                                                   Attraverso l’intercettazione di un apposito finanziamento intendiamo restaurare Palazzo Pepe, un immobile di grande interesse storico-culturale; inoltre vogliamo acquisire al patrimonio immobiliare il frantoio ipogeo sito in via Attilio Spinelli, sottostante l’immobile di proprietà della Provincia di Brindisi, ove era la sede della stazione locale dei Carabinieri.                                           

Provvederemo a rigenerare ulteriormente via Salento fino a Muro Tenente, integrando il grande lavoro fatto e quello già in progetto (pista ciclabile).                                              

Riqualificheremo l’area limitrofa al campo di calcio e alla piscina della zona 167, creando così un’area “sport in periferia”.                                                                                                

Realizzeremo un percorso pedonale verso il cimitero e creeremo nuovi spazi di parcheggio. Continueremo ad ampliare la rete di pubblica illuminazione nelle altre zone periferiche della città e delle campagne, ampliando anche la rete fognaria e del gas.                                                               

Con la partecipazione ad un apposito bando ci impegneremo ad eliminare l’annoso problema del rischio idraulico presente sul territorio, in particolare su Via Scazzeri. Per realizzare quanto innanzi indicato, risulterà fondamentale la ripartenza del PUG (Piano Urbanistico Generale), per permettere alcuni importanti sblocchi in aree particolari, soprattutto per la zona agricola ed il centro storico. Aggiorneremo la toponomastica, attiveremo un sistema di videosorveglianza e di maggiore illuminazione nelle zone periferiche. 

  1. IL “BORGO DELLA VIA APPIA”: DECORO DEL CENTRO E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI DEL NOSTRO TERRITORIO 

Il progetto nasce dalla consapevolezza che il territorio di Latiano è caratterizzato dalla notevole presenza di beni storico-artistici- culturali, architettonici, archeologici ed ambientali, che rappresentano il segno distintivo del suo valore storico e sociale. La formazione di un nucleo denominato “Borgo della Via Appia” porterebbe la città di Latiano alla valorizzazione del proprio patrimonio storico, culturale e turistico: la formazione del Borgo permetterebbe di entrare nella rete del cosiddetto “Turismo Lento” e nella rete dei Borghi d’Italia.                                                                                          Gli obiettivi del progetto sono molteplici: aumentare la frequentazione e il gradimento del centro, promuovere e rilanciare la rete commerciale, comprensiva delle attività di somministrazione e ristorazione, artigianali di ogni genere, nonché valorizzarne l’appeal come luogo di richiamo commerciale e dello shopping legato alla tradizione, con funzione aggregativa e in coordinazione con eventi culturali e monumenti. 

  1. LA ZONA P.I.P. E LA ZONA NIARA 

La nostra zona artigianale, nonostante ospiti tante aziende, è stata trascurata per molti anni anche dalla mia amministrazione ed ora si rende necessario un intervento di ordinaria e straordinaria manutenzione relativo al manto stradale, alla cura del verde e ad un efficace sistema di videosorveglianza. Realizzeremo un quartiere fieristico che pubblicizzi il nostro territorio con il coinvolgimento delle nostre attività commerciali. Redigeremo un piano che preveda lo svincolo e la sistemazione di alcuni lotti attualmente interessati da rischio idrogeologico, andando a riconfigurare alcune aree in funzione di tali vincoli imposti dall’Autorità di Bacino. In particolare, le aree destinate a “standard” possono essere trasferite nelle zone inedificabili e viceversa.                                                                                                  Interverremo inoltre per riqualificare in maniera inclusiva la zona Niara, integrando il verde pubblico e attrezzando in maniera più corposa la pubblica illuminazione. 

  1. LATIANO CITTA’ BIO, GREEN E SMART

Il nostro obiettivo è rendere Latiano una “smart city”, ossia una città intelligente 4.0, che gestirà le risorse in modo intelligente e mirerà a diventare economicamente sostenibile ed energeticamente autosufficiente. Vogliamo inserire dei cartelli con Qr code per musei, teatro, luoghi storici e anche cartine stradali, con la creazione di un App del Comune di Latiano e il miglioramento del sito web istituzionale e dei servizi ad esso dedicati, inserendo anche delle visite virtuali ai nostri musei e alle nostre bellezze architettoniche.                                                                                                             Latiano una città bio che, lavorando in sinergia con i propri agricoltori, promuoverà una produzione biologica, anche grazie alla volontà dell’Amministrazione comunale di incentivare l’apertura di aziende del comparto bio e green sull’agro di Latiano. Riqualificheremo l’area ex-discarica lungo via San Vito e la tramuteremo in un campo fotovoltaico per l’auto-alimentazione energetica di tutti gli edifici comunali, impianti sportivi, parchi, giardini e viabilità.                                                         Attueremo un “Piano del colore delle facciate”, investiremo nella piantumazione di nuovi alberi nella città, nella cura e nella riqualificazione di viale Aldo Moro, con la realizzazione di uno “spartitraffico” con marciapiede centrale, alberi e strisce pedonali.       

La via del Santuario. Intendiamo realizzare un percorso pedonale unilaterale che colleghi Viale Cotrino al Santuario. 

Accesso di Via Torre (dal campo sportivo in poi). Molti cittadini risiedono nella zona periferica che insiste dopo il campo sportivo sito in via Torre: riteniamo necessario un intervento di riqualificazione stradale (carrabile e pedonale). 

  1. P.E.B.A.- PIANO PER L’ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

E’ necessario predisporre un piano finalizzato a conoscere le situazioni di impedimento, di rischio e ostacolo per la fruizione di edifici e spazi pubblici: esso costituirà il punto di partenza per la redazione di Piani Pluriennali di Abbattimento delle barriere architettoniche, per lenire i conflitti uomo-ambiente e quindi mirare all’innalzamento della qualità della rete di servizi.                             

Si continuerà a promuovere la creazione delle aree dedicate alla street art, che possono diventare fonte di attrazione e turismo.

  1. SPORT: INTEGRAZIONE E IMPEGN0

Dopo aver completato il campo di calcio e dopo aver realizzato i campi di basket-pallavolo con annesse piste di atletica, realizzeremo una nuova palestra polifunzionale in un’area già esistente nella zona PEEP (zona residenziale 167), dove sono da tempo collocate strutture sportive come la piscina e il campo da calcio. E’ necessario rendere funzionale l’esistente area circostante per favorire quanto più possibile l’attività sportiva all’aperto. Inoltre intendiamo adeguare e riqualificare tutte le zone del campo sportivo (tribuna, spogliatoi, recinzioni, impianti…) e realizzare uno skate-park. 

  1. RIFIUTI E TARI

Ci impegneremo affinché si chiuda il ciclo dei rifiuti e si realizzi un programma che porti il prima possibile alla tariffa puntuale applicata al singolo utente, che verrà commisurata sull’effettiva produzione dei rifiuti in base al principio “paga quanto produci”. 

  1. IL SETTORE COMMERCIALE

Il Commercio rappresenta uno dei settori che assicura la spinta verso il progresso della nostra società. I commercianti, con il loro lavoro fatto di passione e spesso sacrifici, rendono viva la città; accendendo le luci e illuminando le vie con i colori delle loro insegne e la fantasia delle loro vetrine, danno maggiore risalto alla bellezza della nostra Latiano.                                                       

Abbiamo intenzione di istituire un tavolo diretto con gli operatori del settore per dare assistenza e supporto a piccoli imprenditori e commercianti attraverso l’intercettazione di fondi e contributi europei o nazionali, regionali o provinciali, agevolando i rapporti con la Pubblica Amministrazione e smaltendo l’iter burocratico che spesso scoraggia i cittadini.                                                      

Inoltre si concretizzeranno una serie di iniziative che mirino alla valorizzazione del territorio e degli spazi esterni alle attività come la pubblicazione del compro-locale durante tutto l’anno e la cura delle aiuole, con l’installazione di portacenere esterni e ampliamento del numero di cestini. 

  1. SANITA’ E RIVALUTAZIONE DEGLI UFFICI ASL

Si dà ancora spazio a tutto ciò che ruota intorno alla malattia, ma che invece è parte integrante della stessa. Urge far ripristinare dall’ASL i servizi forniti nel Poliambulatorio sito in via Papa Giovanni XXIII per garantire la “Prevenzione Primaria”, la “Prevenzione Secondaria” e quella “Terziaria”. 

  1. POLITICHE SOCIALI

Agiremo con forme di intervento qualificate e mirate per contrastare la povertà e per aumentare l’inclusione sociale per le persone e i nuclei familiari che, anche a causa degli effetti della crisi economica, versano in condizioni di particolare disagio.                                                                          Si realizzerà uno Sportello d’ascolto e realizzeremo un importante progetto denominato “Protesi Dentarie Sociali”, per permettere anche ai cittadini meno abbienti di poter intervenire e aver cura della propria salute dentale. 

  1. CONSULTORIO COMUNALE

Ci impegneremo a riaprire uno sportello di consulenza gratuito per rispondere alle più svariate problematiche, uno spazio in cui i diversi utenti (che possono essere giovani, lavoratori, immigrati, studenti, docenti, genitori) possano condividere le proprie problematiche e approcciarvisi con modalità adeguate.

  1. INCLUSIONE E INTEGRAZIONE

E’ il tema dell’intercultura il motore di una nuova cittadinanza, quella che promuove percorsi didattici in rete con le scuole, finalizzati all’insegnamento della lingua e della cultura d’origine e della lingua e cultura italiana, quella che promuove la formazione permanente di educatori ed operatori sociali sui temi del riconoscimento dei modelli culturali che invitano al decentramento e alla messa in discussione dei propri per far spazio ad una “nuova identità”. L’obiettivo è continuare a coinvolgere in questo processo di arricchimento culturale reciproco le associazioni del territorio, attraverso quegli strumenti che abbiamo già individuato e mettendo a regime grazie alle azioni e alle attività della Biblioteca di Comunità: al suo interno si vuole favorire la partecipazione attiva delle famiglie straniere ed italiane, attraverso un nuovo protagonismo che riparta anche dal diritto di essere al centro della vita culturale della città.

  1. POLITICHE GIOVANILI

Vogliamo coinvolgere i giovani in attesa di occupazione lavorativa in operazioni di assistenza ai cittadini ed al territorio. Fondamentale è la promozione di progetti di prevenzione sul fronte dei comportamenti a rischio che colpiscono i giovani (consumo di alcool e droghe, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, gioco d’azzardo, dipendenza da internet, ecc…). Intendiamo creare zone Wi-fi free nel centro della città, per offrire connessione libera e gratuita. L’impegno è di continuare a promuovere ed incentivare forme di aggregazione sociale per i giovani, quali feste ed eventi (concerti, spettacolo, ecc…). 

  1. I NOSTRI ANZIANI: PATRIMONIO INESTIMABILE

Le conseguenze dell’invecchiamento della popolazione hanno una forte ricaduta sulla strutturazione dei servizi sociali: intendiamo incrementare le iniziative tese alla valorizzazione degli anziani nel proprio contesto familiare e nel tessuto sociale, grazie anche alla maggiore promozione di assistenza domiciliare integrata, combinando prestazioni socio-assistenziali e sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti. Forte è la volontà di promuovere centri per anziani come luogo di incontro, proponendo attività ricreative, culturali e di socializzazione, al fine di stimolare la partecipazione degli anziani alla vita della città. Abbiamo inoltre assunto l’impegno di stipulare una convezione fra Ente locale, Protezione Civile e/o cooperative che operino nel sociale, con il fine di aiutare gli anziani soli o con problemi motori a soddisfare piccole/grandi necessità quotidiane, come fare la spesa, pagare le bollette, ritirare i farmaci e così via.

  1. DIVERSAMENTE ABILI

Compito prioritario dell’Amministrazione comunale è differenziare progettualità e sostegni, soprattutto nei confronti dei soggetti disabili, valorizzando ed aiutando le famiglie che li hanno in cura. L’obiettivo principale sarà quello di migliorare la qualità di vita di tutti i disabili, tanto da poter favorire, ogni qualvolta possibile, la vita indipendente e la piena partecipazione alla società. Infine intendiamo creare una “Consulta Handicap”, in cui sarà fondamentale coinvolgere molti giovani portatori di diverse disabilità, come laboratorio di proposte ed elaborazione di progetti. Ci impegneremo a promuovere le attività terapeutiche mirate, attaverso la Pet therapy e l’Ippoterapia.

  1. UFFICI PUBBLICI COMUNALI

Lo Sportello del cittadino (fisico e telematico) sarà il punto di contatto tra i cittadini ed il Comune: polifunzionale e innovativo, in grado di semplificare l’accesso ai servizi erogati dal Comune. Il cittadino, le associazioni e le aziende potranno recarsi presso il punto di accoglienza dove sarà presente un operatore con il compito di orientare verso le postazioni gestite da personale qualificato e nei vari uffici. 

  1. CANILE SANITARIO

Ci impegneremo a realizzare un Canile Sanitario, tramite una convezione tra Ente Locale, associazioni di veterinari, di volontari e/o semplici cittadini per la cura e l’assistenza di animali randagi, attraverso un accordo annuo controllato. Realizzeremo altresì un dog-park.

  1. APERTURA DI UN SECONDO UFFICIO POSTALE

Latiano e i latianesi hanno bisogno di servizi. Il nostro intento è quello di aprire una seconda sede dell’Ufficio di Poste Italiane. 

  1. FONDI E BANDI EUROPEI 

Abbiamo intenzione di istituire un ufficio che si occupi prevalentemente di intercettare e fare convogliare nel nostro Comune fondi europei, nazionali, regionali e provinciali.